Laboratorio di cucina

Il laboratorio di cucina si sviluppa intorno all’ingrediente che, lavorato in diversi modi, può essere mangiato all’interno del maritozzo passeggiando per Trastevere o al piatto.

Più di 30 maritozzi a rotazione durante l’anno, come quello con la coda alla vaccinata (dell’azienda agricola Fortunato) in bianco con cannella, uvetta e pinoli sia in versione mini per antipasto o aperitivo che tradizionale, la caponata di carciofi e pecorino, l’indivia con le alici o la cacio e pepe.

Tra gli starters, dalla cucina viene presentata una Terrina di fegatini di pollo (sempre di Fortunato) servita su una coulis di lamponi e croccante di cipolle alla curcuma, o l’antenato del maritozzo, ovvero dei crostini di pane di segale ai semi di girasole (prodotto dal panificio Santi Sebastiano e Valentino).

I primi della tradizione mantengono il loro caposaldo nella carbonara realizzata con uova di galline livornesi, pecorino buccia nera “Agri In”, unica azienda in provincia di Roma a produrlo ancora.

La Gricia è proposta con un risotto della riserva di San Massimo, ma la troviamo anche in menu con le variati stagionali, ai carciofi, con i fichi o la zucca.

Tra i secondi spicca la rivisitazione del Baccalà alla trasteverina, con la tecnica del cottura sottovuoto a bassa temperatura, è una esplosioni di sapori 2.0.

Si può fare un’esperienza di gusto davvero senza limiti… mangiando la Carbonara a peso!

Sono gli stessi clienti, infatti, a scegliere se gustare 80, 120 o 160 grammi di spaghetti o di tonnarelli alla carbonara,rigorosamente fatti in casa, impastati con uova da allevamenti all’aperto.
Ad ognuno, quindi, la quantità di pasta alla carbonara desiderata, sempre e comunque con la stessa caratteristica: la bontà dalla prima all’ultima forchettata.

Tre le opzioni previste per la Carbonara a peso de Il Maritozzo Rosso:
– 80 grammi per un assaggio accompagnato da un antipasto di un maritozzino a scelta
– 120 grammi per la porzione standard (spaghetti o tonnarelli fatti in casa)
– 160 grammi, solo con i tonnarelli, per veri Carbonara Lovers